Viaggi in Montenegro

Viaggio organizzato in Montenegro di 6 giorni per scoprire le montagne a picco sulle acque cristalline del mare, le lussureggianti foreste, i villaggi fermi nel tempo, il fiordo del Mediterraneo, i laghi, i parchi nazionali, gli sfarzi della costa, i monasteri e l’incredibile storia di questo paese.

  • Durata
    6 giorni
  • Periodo
    Da 11 Ago a 16 Ago
  • Viaggio in
  • Prezzo
    990€ / persona

Le montagne a picco sulle acque cristalline del mare, le lussureggianti foreste, i villaggi fermi nel tempo, il fiordo del Mediterraneo, i laghi, i parchi nazionali, gli sfarzi della costa, i monasteri e l’incredibile storia di questo paese: il Montenegro è una piccola gemma tutta da scoprire.


Un paese ricco di tradizioni

Un viaggio esplorativo alla ricerca di nuovi itinerari nell’Europa dell’Est, alla scoperta di una realtà così vicina eppure così lontana da noi.

Il Montenegro è una delle repubbliche risultate dallo scioglimento della Repubblica Socialista di Yugoslavia. Attualmente, dopo essere stato per qualche anno federato con la Repubblica di Serbia, a seguito del referendum istituzionale del 2006, sta diventando uno Stato completamente autonomo. Paese antico e ricco di tradizioni, il Montenegro conserva ancora viva la memoria del suo passato. È un paese di frontiera dove sono presenti le più importanti religioni e culture del Mediterraneo. Così una accanto all'altra si trovano chiese cattoliche, ortodosse e moschee.


Il ricchissimo patrimonio artistico

Questa convivenza secolare ha creato un clima di tolleranza, anche nei periodi drammatici del XX secolo quando negli altri paesi balcanici imperversavano scontri etnico-religiosi. Ricchissimo è il patrimonio artistico del paese, molto interessanti sono la musica e la letteratura, assolutamente da non perdere la gastronomia.

Sono sempre vive le antiche tradizioni e i costumi secolari e le molte feste religiose e laiche. Da notare che il Montenegro è l’unico Stato non appartenente all’Unione Europea ad aver introdotto come moneta l’Euro, circostanza che rende particolarmente agevole per i cittadini dell’Unione visitare il Paese.


Un'avventura fuori dalle solite rotte

Un itinerario impegnativo che non si può compiere senza un adeguato supporto organizzativo e tecnico. Per questo Culture Lontane, che ha esplorato queste terra percorrendo ogni valico e ogni strada, mette a disposizione la sua esperienza per accompagnare in questa affascinante avventura quei viaggiatori che vogliano addentrarsi in un’Europa al di fuori delle solite rotte.

A bordo della propria fedele motocicletta, in fuoristrada oppure su di una delle nostre vetture di assistenza che garantiranno comfort, sicurezza e trasporto del bagaglio, sostando in confortevoli hotel, attraverso un entusiasmante itinerario tra i Balcani.

Itinerario

  • DAY 01
    Torino / Milano / Roma - Podgorika

    Partenza in mattinata con volo diretto da Torino/Milano/Roma. Dopo aver ritirato i nostri veicoli in aeroporto e lasciato i bagagli in hotel dedicheremo il pomeriggio alla scoperta di Podgorika, che ha le caratteristiche di una moderna città europea. È il centro metropolitano e amministrativo del Montenegro. Guardando i suoi edifici, il visitatore potrebbe pensare che la città sia appena sorta sulle rive dei fiumi Moraca, Ribnica, Zeta, Sitnica, Mareza e Cijevna. Ma dietro la città moderna si possono riconoscere facilmente le tracce di una lunga tradizione. Cena e pernottamento in hotel.

  • DAY 02
    Podgorika - Parco del Durmitor (Zabijak)

    (129 km) Dopo la prima colazione ci mettiamo in moto, la giornata di oggi è dedicata alla scoperta del massiccio del Durmitor e alla vicina area del fiume Tara, il più maestoso spettacolo della natura del Montenegro e di tutta la penisola balcanica. Anche l’architettura rurale dell’area è di grande importanza, avremo modo di ammirare le case estive nei “katuni”, chiamate “savardaci” - cottages circolari con tetti di paglia spioventi - e i mulini che sorgono attorno ai torrenti del Durmitor. Raggiungiamo così Il canyon del fiume Tara, 1300 metri di profondità, è il secondo canyon più profondo al mondo dopo quello del Colorado. Il parco è una vera meraviglia della natura: lo spettacolare canyon, la riserva naturale di pini neri, 18 laghi glaciali - 'gli occhi della montagna' - le cime montuose, le cascate e indimenticabili panorami rendono unica la natura primordiale e intatta di questo Parco. Il parco accoglie inoltre diverse specie di fauna protetta, potremo vedere:lupi, orsi bruni, volpi e martore, camosci, una grande varietà di uccelli, rettili e anfibi e diverse specie protette di farfalle. Fra i laghi presenti nel parco, sicuramente vale la pena di menzionare Crno Jezero, il lago nero, ad un'altitudine di 1.442 metri sopra il livello del mare, è di una bellezza straordinaria ed ha una vita insolita. Il parco non è solo noto per le sue caratteristiche naturalistiche, ma anche per il ricco patrimonio storico-culturale: chiese, necropoli, tombe greche e romane e sicuramente i complessi monasteriali. Ricordiamo : il Monastero di Dovolja il Monastero dell'Arcangelo Michele lungo il fiume Tara e il Monastero di Dobrilovina. Altra caratteristica del parco è il rinomato ponte di Djurdjevica Tara che rappresenta, per la sua monumentalità e per gli eventi storici a cui è legato, un monumento culturale unico. Raggiungiamo il nostro hotel a Zabijak per la cena e il pernottamento.

  • DAY 03
    Parco del Durmitor(Zabijak)- Kotor

    (166 km) Dopo la prima colazione ci rimettiamo in viaggo. Oggi percorrereremo una delle strade più suggestive del mondo, La 'strada dei 50 tornanti' è una strada mitica in Montenegro che parte da Kotor e si arrampica sul Monte Lovcen. Percorre gran parte del perimetro del Lovcen National Park, passando da Cetinje fino ad arrivare in cima alla seconda montagna più alta del parco la Jezerski Vrh e al Mausoleo di Njegos. Dal mausoleo si può ammirare una vista davvero spettacolare su gran parte del Montenegro e del mare Adriatico. Riscendiamo per raggiungere Kotor, Siamo nel fiordo del mediterraneo, le Bocche di Cattaro (Kotor), una vera meraviglia della natura. Circondato dai pendii dei monti e dal Parco Nazionale di Lovcen e Orjen, si estende su 12000 ettari, con fiumi sotterranei che sfociano nel mare. Il fiordo è uno dei migliori porti naturali europei, circondato da monti che raggiungono anche i 1895 metri, il che spiega la grande varietà dal clima Mediterraneo a quello sub-alpino e la ricchezza della fauna e della flora, dai pini all'alloro. Lasciamo i bagagli in albergo e ci addentriamo nel cuore di Kotor, protetto dalle antiche mura che conservano ben trenta chiese e dodici piazze. Cena e pernottamento in albergo.

  • DAY 04
    Kotor - Bar

    (69 km) Dopo la prima colazione partiamo diretti verso Sud. La prima tappa di oggi è lo spettacolare Monastero di Ostrog, un monastero ortodosso posizionato a strapiombo contro una parete di roccia verticale sulla rupe di Ostroka Greda, a 900 metri di altezza, una vera gemma architettonica. Dedicato a San Basilio di Ostrog, vescovo erzegovino cui si attribuiscono miracolosi poteri taumaturgici, è uno dei luoghi di culto più visitati nei Balcani. Da qui ripartiamo per raggiungere Sveti Stefan, Santo Stefano, una splendida isoletta rocciosa oggi collegata alla terraferma da un ponte. Il villaggio fortificato venne trasformato dopo la seconda guerra mondiale in un albergo di lusso, il più famoso e bello, non solo del Montenegro, ma dell'intero Adriatico orientale. Sulla costa di fronte si trovano le più belle spiagge montenegrine. Sveti Stefan può vantare una clientela di lusso, teste coronate, star del cinema e della musica, statisti, artisti e letterati di fama mondiale. Sul suo molo approdano lussuosi yacht e panfili e durante l'estate diventa il centro della dolce vita montenegrina. Ci lasciamo alle spalle gli sfarzi della costa per arrivare a Bar. La cittadina vanta delle splendide spiagge ed un centro storico di grande rilievo, viene definita la Pompei dei Balcani. Il suo porto è il più importante del Montenegro e si trova nella parte nuova della città. Altra caratteristica della zona sono i pregiatissimi ulivi, proprio a Bar si trova l’ulivo più antico del mondo, che ha più di duemila anni, ed è diventato assieme al porto in continua espansione il simbolo della città. Cena e

  • DAY 05
    Bar – Podgorika

    (60 km) Dopo la prima colazione riprendiamo la rotta. Raggiungiamo così il lago di Scutari, Skadar Lake, il più grande lago dei Balcani.Il lago è alimentato da circa 50 sorgenti che, insieme ai fiumi, rendono l’acqua fresca e trasparente. Intorno al lago esiste una fitta foresta mentre una ricca vegetazione acquatica copre circa 34 kmq. Dopo esserci rilassati sulle sponde di questo fantastico lago siamo pronti a ripartire diretti verso Podgorika.Cena e pernottamento in albergo.

  • DAY 06
    Podgorika - Torino / Milano / Roma

    Prima colazione, partenza in tempo utile per raggiungere l’aeroporto e prendere il nostro volo di ritorno per casa, Arrivo a destinazione nel primo pomeriggio.

Mappa

Mappa non disponibile

Quote

Quota totale per 10 giorni a partire da 990 €.
Quota di iscrizione € 30

Le quote comprendono

  • Accompagnatore italiano al seguito
  • Assistenza logistica e tecnica, mezzi di supporto per eventuali emergenze
  • Assicurazione assistenza medica e bagaglio
  • Gadget Culture Lontane.

Le quote non comprendono

  • Le bevande e i pasti
  • Tutto quanto non espressamente inserito in “La quota comprende

  • Raid facile, adatto a tutti programmabile su richiesta da maggio a novembre